Archive for settembre 2017

Statizzazione ex-IMP ad oggi

09/04/2017

Il governo Gentiloni ha certamente fatto un buon lavoro con l’approvazione dell’Art 22 bis della LEGGE 21 giugno 2017, n. 96 – Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, – (Statizzazione e razionalizzazione delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica non statali). – che riporto di seguito.

Ora passiamo ai fatti, con l’approvazione delle convenzioni ed i decreti-legge, sulla falsariga di quelli degli anni ’80, alcuni dei quali si possono trovare in allegato!

LEGGE 21 giugno 2017, n. 96 – Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, Art. 22-bis. – (Statizzazione e razionalizzazione delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica non statali). –

  1. A decorrere dall’anno 2017, una parte degli istituti superiori musicali non statali e le accademie non statali di belle arti di cui all’articolo 19, commi 4 e 5-bis, del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, individuati con il decreto di cui al comma 2 del presente articolo, sono oggetto di graduali processi di statizzazione e razionalizzazione, nei limiti delle risorse di cui al comma 3 del presente articolo.
  2. I processi di cui al comma 1 sono disciplinati con decreti del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, nel rispetto dei principi di cui all’articolo 2, commi 7, lettera d), e 8, lettere a), b), c), e) e 1), della legge 21 dicembre 1999, n. 508. Gli enti locali continuano ad assicurare l’uso gratuito degli spazi e degli immobili e si fanno carico delle situazioni debitorie pregresse alla statizzazione in favore delle istituzioni per le quali alla data di entrata in vigore del presente decreto gia’ vi sono tenuti, previa convenzione da stipulare tra ciascun ente e il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca. Nell’ambito dei processi di statizzazione e razionalizzazione, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca e con il Ministro dell’economia e delle finanze, sono definiti criteri per la determinazione delle relative dotazioni organiche nei limiti massimi del personale in servizio presso le predette istituzioni, nonche’ per il graduale inquadramento nei ruoli dello Stato del personale docente e non docente in servizio alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. Il decreto di cui al precedente periodo, ai fini dell’inquadramento nei ruoli del personale statale, e’ adottato assumendo quali criteri la verifica delle modalita’ utilizzate per la selezione del predetto personale, prevedendo ove necessario il superamento di specifiche procedure concorsuali pubbliche, l’anzianita’ maturata con contratti a tempo determinato, pari ad almeno tre anni, anche non continuativi, negli ultimi otto anni e la valutazione di titoli accademici e professionali.
  3. Ai fini dell’attuazione delle disposizioni del presente articolo e’ istituito un apposito fondo, da ripartire con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, con uno stanziamento di 7,5 milioni di euro per l’anno 2017, di 17 milioni di euro per l’anno 2018, di 18,5 milioni di euro per l’anno 2019 e di 20 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020.
  4. Nelle more del completamento di ciascun processo di statizzazione e razionalizzazione, il fondo di cui al comma 3 e’ utilizzabile altresi’ per il funzionamento ordinario degli enti di cui al comma 1.

 

 

26.5.77 statizzazione conservatori Verona sassari alessandri foggia pescara ferrara lecce piacenza brescia padova messina  

13.8.80 statizzazione conservatorio di Trento

6.8.81 statizzazione conservatorio di Udine

Annunci